Yoga

Lo Yoga è un processo di ricerca interiore e di introversione, ma non di negazione della realtà esterna. Lo Yoga è soprattutto una via di equilibrio. Chi inizia a praticarlo non deve estraniarsi dal mondo, ma continuare ad occuparsi del lavoro, della famiglia, degli amici, della realtà quotidiana.

Lo Yoga non è una religione da abbracciare, né richiede l’adesione a nessun credo, né, tantomeno, esclude chi ne possiede uno. Ha una metodologia scientifica poichè ogni affermazione va verificata personalmente dal praticante e non accettata dogmaticamente.

Per iniziare serve solamente disponibilità ad apprendere, un atteggiamento mentale aperto e privo di pregiudizi e, soprattutto, continuità nella pratica.

Chi pensa che la vita sia solo ricerca spirituale, dimentica di avere un corpo ed una mente; lo Yoga è cercare l’unione con il Tutto (Dio, la Natura…) senza dimenticare tutto ciò che è umano. Dio è felicità e l’uomo può raggiungere questa felicità con la mente, il corpo e l’anima. Tutti gli uomini hanno pregi e difetti; non vergognatevi dei vostri difetti, qualunque essi siano, né esaltatevi per i vostri pregi. Non siate né deboli, né cattivi… Solo alcune abitudini lo sono; così come le avete acquisite, le potete cambiare. Basta volerlo.

Volere veramente qualcosa vuol dire essere disposti a pagarne il prezzo, che spesso è la rinuncia a qualcos’altro. La via di chi pratica lo Yoga è un equilibrio di intelligenza, energia ed amore. Questa condizione vi aiuterà nello svolgimento di qualsiasi attività.

I risultati che si ottengono con lo yoga sono proporzionali alla regolarità della pratica. Non eccedete con la fretta, né con la trascuratezza, ma abbiate come fine la realizzazione completa e non fermatevi per strada contentandovi solo di aver ottenuto un miglioramento fisico e mentale.